Trasferirsi all'estero

Trasferirsi all’estero: come organizzare il trasloco

Dopo anni di noiosa routine nella vostra città arriva la chiamata improvvisa: siete stati accettati per un lavoro all’estero e dovete partire subito. Un sogno che si avvera: avevate fatto domanda ma non vi sareste mai aspettati un esito positivo.

Eppure, eccovi qui, pronti a partire per una nuova avventura. Un mix di ansia, agitazione e fibrillazione imperversa nelle vostre vene. È un’occasione imperdibile e non potete farvela fuggir via.

Vi immaginate già a diventare cittadini del mondo e a dare una svolta alla vostra noiosa vita. Però ecco che vi ritrovate a dover pensare alle cose più concrete: come si organizza un trasloco? Come si fa a portare tutte le proprie cose in un altro Stato?

In fondo si tratta proprio di spostare la propria vita e tutti gli oggetti che ne fanno parte in un’altra nazione. Sembra un’impresa impossibile e state già per desistere.

Ma non dovete farlo. Con pochi semplici passi potrete organizzare il vostro trasferimento in tutta sicurezza, e, perché no, senza spendere un occhio della testa.

Innanzitutto inutile dire che un trasloco è davvero un grande lavoro: a partire dallo smontaggio di alcuni mobili, fino all’imballaggio dell’arredamento, per concludere con il confezionare il tutto e finalmente trasportarlo alla vostra nuova casa.

Prima di ogni altra cosa dovete decidere se fare questa operazione da soli, affittando ad esempio un camion, oppure affidarvi ad una ditta di traslochi. Sicuramente per un trasloco internazionale è bene rivolgersi ad un’agenzia specializzata.

Il fai da te è sconsigliabile perché si pensa ingenuamente di risparmiare, quando in realtà non è così. Rivolgendosi ad una ditta specializzata, potrete fare innanzitutto un preventivo, per essere ben sicuri di quello che andrete a spendere.

È consigliabile fare più preventivi in ditte diverse, così da avere un’ampia scelta. Inoltre, è bene rivolgersi ad un’agenzia il prima possibile e non aspettare l’ultimo momento, perché ci sono dei tempi abbastanza lunghi per organizzare il tutto.

Dunque, una volta fatto il preventivo e scelta la ditta che volete ingaggiare, verrà imballato tutto il vostro mobilio fra le 24 e le 48 ore, mentre nei giorni successivi avviene il trasporto. Tutta la documentazione necessaria per le pratiche doganali e le polizze assicurative saranno fornite dall’agenzia.

Dunque, di fronte ad un’operazione così complessa come il trasloco all’estero, è bene affidarsi a delle ditte affidabili e sicure. Ad esempio, l’azienda Traslocase, con sede a Roma, è specializzata da anni nei traslochi internazionali.

Il cliente potrà ottenere un preventivo assolutamente gratuito e, in caso volesse ingaggiare la ditta, avrà a sua disposizione diverse scelte. Infatti, i traslochi sono di diverso tipo: Silver, Gold, o Economy.

I traslochi che prevedono imballaggi di dimensioni ridotte, ovvero fino a 20 metri cubi, verranno effettuati con la formula Groupage, estremamente conveniente. Infine, se il trasloco viene prenotato con un minimo di 40 giorni d’anticipo, allora verrà applicata una tariffa scontata fino al 40% del costo totale.

Dunque è evidente come il trasloco all’estero preveda un’organizzazione e un’attenzione particolare. Non lasciatevi spaventare dalla mole di lavoro che prevede: affidarsi ad una ditta specializzata vi permetterà di ridurre lo stress dovuto al trasferimento e di ottenere ottimi risultati in pochissimo tempo. Prima che ve ne rendiate conto avrete tutto il vostro mobilio nella nuova casa, pronti a iniziare una nuova fase della vostra vita

Parigi affitti

In occasione di viaggi studio a Parigi o vacanze che si prolungano per un arco di tempo che va ben oltre la semplice settimana, optare per una soluzione quale hotel o b&b probabilmente non è la scelta migliore per quel che riguarda i costi. Bisogna infatti ricordare che nella capitale francese i pernottamenti in strutture ricettive di ogni tipo sono mediamente più costosi rispetto qualsiasi altra capitale europea, per cui bisogna ponderare attentamente la scelta relativa all’alloggio per evitare di andare incontro ad un esborso di un certo tipo per rendersi conto soltanto dopo che esisteva una soluzione più economica.

Ciò che molti ignorano infatti, o che spesso non prendono in considerazione, è che a Parigi affitti di appartamenti e loft hanno prezzi a notte decisamente più abbordabili rispetto quelli praticati dagli hotel, e la convenienza è evidente soprattutto per quel che riguarda il medio ed il lungo periodo.

Da una recente statistica Eurostat infatti, è emerso che mediamente una camera d’albergo a Parigi costa fino al 15% in più che a Londra e Berlino, mentre per quel che riguarda gli affitti i prezzi sono praticamente in linea con le altre importanti capitali europee. Ecco il motivo per il quale oggi sono sempre più gli utenti interessati a reperire appartamenti in affitto a Parigi nel caso di soggiorni piuttosto prolungati, e l’offerta non manca di certo dato che nella capitale francese vi sono tantissimi appartamenti disponibili che vengono locati proprio per rispondere alle necessità di questa particolare tipologia di utenza.

Solitamente, coloro i quali usufruiscono di una soluzione in affitto a Parigi sono studenti che hanno deciso di trascorrere qui un periodo per studiare e affinare la propria conoscenza del francese: immergersi infatti totalmente nella cultura e nelle tradizione di un paese, vivendone ogni giorno la quotidianità in prima persona, è il modo migliore per imparare a parlare in maniera fluente una lingua. Oltre agli studenti, o comunque coloro che sono interessati ad approfondire lo studio del francese, vi sono coloro i quali desiderano semplicemente approfittare di una parentesi di qualche mese per vivere in quella che a tutti gli effetti è considerata una delle più belle città del mondo. Le ragioni per le quali si può scegliere di trascorrere un periodo di tempo a Parigi, anche piuttosto prolungato, sono dunque molteplici. Scegliere una soluzione in affitto è il modo migliore per risparmiare e godersi al meglio la propria esperienza in terra parigina.

Alla scoperta del New England: le emozioni del foliage

Il New England in Autunno

Parchi tinti di rosso, arancio e oro, un clima ancora fresco e piacevole: così si manifesta la stagione autunnale nel New England. Questa zona degli Stati Uniti comprende i sei stati dove, tra Sei e Settecento, si installarono i primi coloni inglesi emigrati dalla madrepatria. Si tratta del Maine, del Massachusetts, del New Hampshire, di Rhode Island, del Connecticut e del Vermont. Luoghi, questi, in cui si percepisce ancora in maniera distinta l’influenza inglese, anche grazie all’architettura di numerosi palazzi e costruzioni che popolano le strade di città come la celebre Boston. Proprio dalla capitale del Massachusetts dovrebbe partire un vero e proprio tour volto alla scoperta dei territori del New England nel periodo dell’anno in cui il fenomeno del foliage lo rende ancora più suggestivo. Tra settembre e novembre le foglie mutano passando dal verde a tutte le calde sfumature del rosso e dell’arancio. I parchi e i boschi nordamericani si tingono di colorazioni vive e vibranti riuscendo così ad offrire allo spettatore spettacolo di rara bellezza e, perché no, anche molto romantico.

Alcune cose da non dimenticare quando si parte per gli Stati Uniti

Chi decidesse che è giunto il momento di visitare gli Stati Uniti approfittando delle giornate ancora miti dell’autunno, farà bene a programmare con attenzione il suo viaggio. Oltre a stabilire itinerari e tour, scaricare mappe e leggere guide non dovrà dimenticarsi di assolvere a tutta una serie di pratiche burocratiche indispensabili per volare oltreoceano. Parliamo della richiesta dell’ESTA. Come ampiamente spiegato nel dettaglio sul sito www.visto-usa.it, questo documento può essere ottenuto compilando una serie domande online. Nel giro di 72 ore, se le informazioni fornite sono state reputate valide ed esaustive, si potrà ottenere l’autorizzazione ESTA. Ne esistono di due tipi: una versione turistica, rilasciata per chi vuole trascorrere le vacanze negli States, e una più propriamente business, che permette l’accesso a quanti, ad esempio, devono partecipare a congressi scientifici o convention di varia natura. Esserne in possesso è essenziale per poter viaggiare negli Stati Uniti: per questa ragione il consiglio è di richiederla con un certo anticipo. Solo così si eviteranno spiacevoli inconvenienti in fase di partenza.

Dai grandi parchi ai piatti tipici: colori e sapori da scoprire

Una volta espletate tutte le formalità relative ai documenti e alle autorizzazione necessarie per poter visitare gli States, come riassunto anche su www.visto-usa.it, sarà possibile dedicarsi alla scoperta dei suggestivi paesaggi del New England. Città come Portland e Boston meritano di essere visitate e rappresentano il punto da cui è possibile partire e organizzare un viaggio on the road nella migliore tradizione americana o affidarsi a tour operator specializzati. Gli itinerari possibili sono notevoli, anche grazie alle numerose strade panoramiche che corrono all’interno dei parchi e delle foreste che attraversano questi Stati. http://www.repubblica.it/viaggi/2011/10/13/news/new_england_emozione_foliage-117046928/ Il contatto con il territorio consentirà anche di gustare i sapori tipici di queste zone: tra i piatti che certo devono essere assaggiati se si sceglie di visitare il New England e, in particolare, il Maine, c’è senz’altro il celebre lobster roll, un panino ripieno di aragosta con lattuga e maionese.

Vacanze nell’Arcipelago Maltese: Suggerimenti Pratici Su Dove Dormire A Malta

Se la tua intenzione per quest’estate, ma in verità per tutto l’anno, è quella di recarti a Malta per vacanza, per affari, per studiare inglese, per divertirti o per rilassarti, ti informiamo che la ricerca del giusto alloggio non deve assolutamente rappresentare per te un problema.
Infatti su tutto l’arcipelago è possibile dormire a Malta spendendo qualsiasi cifra, in altre parole ce n’è davvero per tutte le tasche! Read More

perchè visitare Dubrovnik e la Croazia in crociera

Crociera in Croazia: Dubrovnik

Una crociera in barca a vela in Croazia è il format vacanza proposto a chi ha voglia di uscire dagli schemi e intraprendere un nuovo tipo di viaggio, meno artificiale e più a contatto con l’autenticità dei luoghi.

L’itinerario può essere vario e raggiunge le principali località della costa slava, contraddistinte da panorami mozzafiato e paesaggi pittoreschi e a cui si unisce il fascino storico di località che hanno tantissimo da raccontare. Read More