Crociera in barca a Vela a Cefalonia

Vacanza a Cefalonia in barca a vela

Una crociera in barca a vela in Grecia è la soluzione ideale per chi ha voglia di scoprire le infinite attrattive della splendida civiltà ellenica, ma attraverso un percorso del tutto particolare che porti nella meravigliosa Cefalonia.

Perchè andare in crociera in barca a vela a Cefalonia

La crociera in barca a vela consente un modo nuovo di guardare alla propria vacanza, totalmente immersi nella cultura nautica e armandovi del vero occhio dell’esploratore. Sono diversi i porti greci su cui attraccare per farsi deliziare dal pittoresco profilo del Peloponneso e, tra di essi, Cefalonia spicca per fama e bellezza.

L’isola di Cefalonia è dal punto di vista storico tra le più accattivanti e ricche di interesse, civiltà figlia di un retaggio antichissimo che si mescola alla mitologia e alle narrazioni omeriche, per conferire ulteriore fascino all’intera zona.

L’isola fu un centro romano, bizantino, normanno, veneziano, regione falcidiata dalle invasioni e innalzata dalla sua arte ibrida e armoniosamente varia.

Luoghi di maggiore interesse a Cefalonia

Sami è uno dei centri più ricchi, distante meno di 5 km dal porto omonimo (oltre che il più importante di Cefalonia) e borgo straordinariamente fornito di siti di interesse; la cittadina appare come un vero e proprio piccolo principato della Grecia Classica, le mura cingono il cuore urbano e scandiscono la zona dell’acropoli, imponente sulla sommità delle città.

Resti medievali e accenni bizantini rendono ancora più delizioso il borgo, una gemma da visitare, ricordare e custodire tra i propri ricordi. Altri 2 km e raggiungerete la Grotta di Melissani, in pietra calcarea e raggiungibile sia attraverso un’imbarcazione con cui navigare sul lago che la accoglie e sia a piedi, mediante un tunnel che lo attraversa.

Numerosi è stupendi sono i monumenti intitolati a Agios Gerasimos, il protettore dell’isola. Tra di essi, il più degno di nota è il monastero del XVI secolo ancora in attività. Da non tralasciare poi la Fortezza di Agios Georgios, il monastero di Agios Andreas e le tombe micenee di Mazarakata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *