cosa vedere a Tenerife

Tenerife: le attrazioni da vedere di questa splendida isola

L’arcipelago delle Canarie è definito “l’arcipelago dell’eterna primavera” e Tenerife, la più grande delle isole che lo compongono, rappresenta in pieno questa definizione.

E’ infatti un’isola vulcanica dal clima ideale seppur ventosa, e dal paesaggio camaleontico, che varia a seconda delle zone dell’isola: dai pendici lunari del vulcano Teide alla vegetazione lussureggiante, dai vigneti della regione vinicola Tacoronte e le piantagioni di banane alle bellissime spiagge.

Ma cosa vedere e visitare a Tenerife?

Le Spiagge dell’isola di Tenerife

Le spiagge di Tenerife soddisfano le esigenze di tutti: a sud dell’isola le spiagge Los Cristianos e Playa de La Americas sono le più frequentate, mentre Costa del Silencio e Las Galletas nei pressi del grazioso paese di Arona sono più le più intime.

Più a nord ci sono le rocciose coste di Bajamar con le tipiche piscine naturali, e Playa del puertito con fondali popolati dalle meravigliose tartarughe marine.

A nord-ovest l’eruzione vulcanica del 1706 ha creato a El Caleton delle vasche naturali dove è possibile fare dei bagni indimenticabili.

Ma la spiaggia più bella è la nascosta spiaggia vulcanica di Playa de El Bollullo, nei pressi di Puerto de La Cruz, raggiungibile tramite sentieri costeggiati da banani, adiacente alla austera Playa de los patos.

Patrimoni naturalistici di Tenerife

Tenerife gode di paesaggi naturalistici splendidi come il Parco Nazionale del Teide, dichiarato patrimonio dell’UNESCO, col vulcano Teide che, dall’alto dei suoi 3718 metri di altezza, domina tutta l’isola, con le sue pareti in parte nere e in parte innevate.

Sono circa 21 i sentieri che i più allenati possono intraprendere per raggiungere La Rambleta a più di 3.500 metri, attraversando prima blocchi lavici punteggiati dai resistenti pini canari, poi distese di cactus sino al nulla.

Nel parco si trova l’ interessante Museo della Casa di Juan Évora dedicato all’ultimo isolano che visse totalmente a contatto con la natura, ma sopratutto spettacolare è il belvedere La Cañadas del Teide, una piattaforma da cui si può osservare la volta celeste in una suggestiva atmosfera remota e antica.

Chi ama il mondo marino, partendo da Los Gigantes, enorme promontorio a picco sul mare, può salpare su imbarcazioni locali per raggiungere una zona che abbonda del cibo preferito dalle balene: con un po’ di fortuna assisteremo ai magici sbuffi segni della loro presenza, o agli acrobatici salti dei simpaticissimi delfini.

Le città più importanti di Tenerife

Questa splendida isola abbonda di città tutte da scoprire, come la capitale Santa Cruz de Tenerife: il centro storico con la luminosissima Plaza de España a due passi dal mare e la vicina Chiesa della Concezione sono i suoi fiori all’occhiello, insieme al Mercado de Africa e alla struttura avveniristica dell’Auditorium de Tenerife. Senza contare le spiagge cittadine di Playa de La Teresitas e Playa Las Gaviotas.

Poco più a sud nei pressi di Candelaria, imperdibile è il sito archeologico di Güímar, con resti di antiche piramidi in pietra vulcanica a gradoni dal significato misterioso in quanto sembrano essere state disposte secondo i solstizi di inverno e d’estate.

A ovest della capitale, raggiungibile in tranvia, si giunge a La Laguna, meravigliosa cittadina coloniale dichiarata patrimonio dell’UNESCO con edifici riccamente decorati come il Balcon Canario in stile arabo-ispanico e il Museo de La Ciencia y El Cosmos.

Sulla costa opposta vi si trova un insieme di spettacolari paesini, dalla bella Puerto de La Cruz ricca di edifici e chiese seicentesche, da Icod de Los Vinos col sorprendente albero simbolo dell’isola e sacro agli indigeni guanche Dracena Draco, alla vivace La Ortava, con alberi di banani che spuntano tra palazzi castigliani come la Casas de Los Balcones con balconi lignei decorati e la barocca Chiesa della Concepcion del XVI secolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *